Prefazione:

Cari italiani,

il mio nome è Massimo Del Vago e nell’intento di motivare la vostra curiosità nella lettura delle seguenti proposte, vi introduco negli argomenti fondamentali che troverete sviluppati nelle pagine successive.

Le proposte che leggerete, cercano di interpretare la voglia di cambiamenti radicali che i cittadini auspicherebbero, scritte con toni civili e costruttivi, nel rispetto del nostro ordinamento e delle tante persone che oggi come nel passato, anche attraverso i partiti, hanno contribuito  con passione e sacrificio alla crescita del nostro amato paese.

Oggi, occorre però avere la consapevolezza che sussiste la necessità di riscrivere le regole del modo di condurre la politica con questa o altre proposte di riforma.

Dobbiamo alimentare senza paura, la voglia di credere nei cambiamenti, per costruire insieme e nella nostra patria, il futuro dei nostri figli.

Le proposte che leggerete sono basate sullo sviluppo del buon senso e sull’applicazione di 4 principi fondamentali:

LA SEMPLIFICAZIONE       LA TRASPARENZA       LA MERITOCRAZIA       LA RESPONSABILITÀ’ 

Argomenti trattati:

  1. Una breve introduzione su alcune delle tante peculiarità della nostra bellissima nazione e del nostro caro popolo, qualità che dobbiamo riconoscere sia nei difetti ma anche nei tanti pregi che gli italiani hanno.
  1. La proposta di attuazione della riforma, del nuovo sistema elettorale e delle nuove funzioni politiche. La stessa, essendo basata su cambiamenti radicali ma nel rispetto del nostro ordinamento, prevede la sua attuazione attraverso un percorso Parlamentare con il sostegno di un attuale partito o mediante la costituzione di un nuovo movimento la cui finalità sia l’attuazione della riforma stessa.  
  1. La proposta di trasformazione dei partiti politici nazionali in movimenti locali su base volontaria. Applicando i principi della proposta, oggi i partiti non servono all’organizzazione della vita politica del paese, anzi sono di intralcio.  Gli stessi, non garantiscono la governabilità, non condividono proposte costruttive sulle quali lavorare  nell’interesse dei cittadini, litigano fine a se stessi e hanno troppe ingerenze sulle scelte politiche degli  uomini e delle  donne che partecipano attraverso i partiti, all’amministrazione dei propri incarichi istituzionali.
  1. L’introduzione dei nuovi sistemi elettorali ( comunali, regionali e nazionali ) e delle nuove funzione politiche.  La soluzione proposta per l’introduzione dei nuovi sistemi elettorali, senza la necessità dei partiti nazionali così come oggi sono costituiti, introduce una rivoluzione di pensiero nel modo di concepire la vita politica nel nostro paese, strutturata sui seguenti cambiamenti:  

A) L’introduzione dell’auto candidatura “sola per la carica di Sindaco”, secondo un principio evolutivo delle liste civiche, disciplinato con schemi definiti.

B) L’individuazione di candidati “sola per la carica di Sindaco”, attraverso la preferenza espressa da movimenti politici e/o associazioni locali, secondo schemi definiti, la cui ingerenza termina con le elezioni.

C) L’introduzione di sistemi valutativi dei candidati a cariche politiche, definiti con la massima trasparenza e secondo l’applicazione di sistemi meritocratici che tengano in considerazione:

  • Le qualità personali dei candidati
  • I nomi e le altrettante qualità personali dei collaboratori scelti e proposti dagli stessi candidati prima delle elezioni, siano essi componenti di organi comunali e regionali ( assessori ), o componenti di organi nazionali ( ministri e sottosegretari ).
  • Le capacità personali dei candidati, valutate in relazione alle necessarie attitudine per la  conduzione di una funzione politica nell’interesse della collettività. Gli stessi, dovranno essere in grado di proporre direttamente ai cittadini prima delle elezioni, comunali, regionali o nazionali, il proprio “documento programmatico di legislatura”, dichiarando in modo chiaro e specifico gli indirizzi di governo che intendono esercitare. Il popolo sovrano, con il voto, legittimerà il rappresentante politico scelto, all’attuazione del programma presentato.

D) Il conferimento del “potere monocratico relativo”  attribuito al candidato democraticamente eletto dai cittadini, al fine di garantire la concreta possibilità di attuazione del programma presentato e scelto dai cittadini stessi.

E) La trasformazione del principio di assegnazione dei seggi, nelle giunte comunali e regionali e le loro relative competenze.

F) L’introduzione del principio di responsabilità e di delegittimazione di qualsiasi figura che ricopre un incarico politico o ha una funzione pubblica, nel rispetto di parametri e procedure definite.

G) La costituzione dell’Assemblea Generale dei Sindaci e relative competenze.

H) L’attribuzione dei poteri dei rappresentanti Comunali, Regionali e Nazionali.

I) L’abolizione delle Provincie

L) L’abolizione del Parlamento e del Senato con la costituzione dell’Assemblea Generale delle Regioni e relative competenze.

M) La fusione dei poteri del Presidente del Consiglio e del Presidente della Repubblica in un’unica figura democraticamente eletta dai cittadini.

5) Alcuni suggerimenti per la soluzione delle tante richieste dei cittadini:

– nuove norme per la creazione di nuovi posti di lavoro nello sviluppo delle attività turistiche

– nuove norme in aiuto alle piccole, medie e grandi imprese che lavorano sul territorio italiano

– nuove norme a tutela dei prodotti e della manodopera italiana

– nuove norme a tutela del patrimonio italiano

6) Alcuni suggerimenti sui temi fondamentali da sviluppare

  • la rivalutazione delle pensioni minime
  • un processo di adeguamento degli stipendi dei dipendenti privati e pubblici
  • l’introduzione di norme che premino l’impegno, il risultato e le capacità individuali dei lavoratori pubblici e privati
  • l’introduzione del principio di reciprocità tra l’impegno dell’impresa e quello del lavoratore nella tutela del posto di lavoro pubblico e privato
  • la modernizzazione della formazione scolastica
  • la modernizzazione del sistema sanitario
  • la modernizzazione del sistema giudiziario e dei poteri investigativi al fine di garantite una più equa e tempestiva risposta alle richieste di giustizia dei cittadini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: