Riflessioni sul concetto di buon senso

Ritengo importante fare alcune riflessioni conclusive sul concetto di buon senso, più volte evidenziato nei principi della riforma, perché la sperata evoluzione di cambiamenti radicali nella politica e nei comportamenti personali, possono solo derivare dalla condivisione di principi comuni, riconoscendo il concetto di buon senso come il modo comunemente condiviso di comportarsi, dal quale  risultato, può derivare l’applicazione di un altrettanto comportamento condiviso dalla maggioranza dei cittadini, indipendentemente da una situazione di interesse personale.

Il nostro amato mondo è ormai iniziato molti secoli fa, pertanto i nostri comportamenti dettati spesso da interessi personali, economici, politici, religiosi, hanno viziato e influenzato i modi e i criteri di applicazione del buon senso, portando spesso i cittadini a domandarsi il perché di certi comportamenti e ancor più il perché di certe soluzione a seguito di taluni comportamenti.

Vi potrà sembrare paradossale riflettere su questi argomenti, ritengo invece che sia fondamentale evidenziare, prima a carattere generale e poi eventualmente in modo più specifico cosa intendo per “concetto di buon senso”.

La mia speranza è che le miei idee siano le vostre, affinché possano diventare le nostre e di tutte quelle persone che consapevoli dei loro errori o dei loro difetti, vogliano maturare l’esigenza di una visione del bene comune basata su questo elementare concetto “il buon senso”.

Il nostro vivere quotidiano è regolamentato da tantissime fattispecie che a loro volta normano i nostri comportamenti, non dobbiamo fare l’errore di criticare in modo astratto quello che riteniamo sia inadeguato, ingiusto, insufficiente a dare le necessarie risposte che i cittadini si attendono.

Dobbiamo invece proporre pacificamente e democraticamente nuove soluzioni, partendo dal semplice criterio del “buon senso”.

Vi propongo alcuni concetti generali che hanno ispirato le proposte di riforma, sono tutti importanti, nessuno e primario all’altro, alcuni sono principi basilari, spesso possono essere complementari o la conseguenza di un comportamento, di sicuro, molti di voi potranno avere altri importanti e fondamentali concetti che se esternati potranno essere integrati ai seguenti:

1) Partiamo da un concetto base, Lo stato, composto da tutti gli uomini e le donne che detengono il potere esecutivo e legislativo, nonché  un incarico politico, deve dimostrare la propria capacità, moralità, correttezza e onestà prima di poterla equamente pretendere dai propri cittadini.

2) I cittadini sono sovrani, con il voto, hanno il potere di decidere chi legittimare a legiferare le norme del nostro vivere quotidiano.

3) Il cittadino che si dedica alla politica, deve essere trasparente e chiaro durante la  campagna elettorale, dichiarando quali sono le scelte che intenderà esercitare  durante tutto il suo mandato.

4) Il politico o colui che esercita una funzione pubblica in contrasto con il volere della maggioranza dei cittadini e pertanto delle norme che disciplinano il nostro ordinamento, deve poter essere sollevato dal proprio incarico.

5) Tutte le persone, indipendentemente dal proprio status e ruolo,  sono responsabili delle azioni  che compiono, devono poter beneficiare delle proprie capacità ma  rispondere dei propri errori.

6) Lo Stato, deve adottare misure che garantiscano ai cittadini onesti e volenterosi il diritto al lavoro in relazione alle proprie capacità e attitudini, con un adeguato corrispettivo economico.

7) Lo Stato, deve adottare misure che favoriscano lo sviluppo dell’economia del proprio paese, garantendo a tutte le persone fisiche o giuridiche, misure economiche e fiscali eque e competitive con adempimenti burocratici semplici e veloci.

8) Le norme che regolamentano principi di carattere generale fondamentali, come il divieto di uccidere e di rubare, devono essere in grado di tutelare l’aggredito dall’aggressore anche quando quest’ultimo soccombe nella sua azione.

9) Lo Stato deve garantire una adeguata assistenza sanitaria a tutti i cittadini. Ogni strumento che favorisca la tutela della vita umana, deve essere tempestivamente attuato.

10) Lo Stato deve garantire una adeguata istruzione ai propri cittadini, riconoscendo e favorendo lo sviluppo delle attitudini di ognuno.

11) Lo Stato deve adottare misure finalizzate ad aiutare lo sviluppo delle attività sportive.

11) Lo Stato deve tutelare i portatori di handicap e le proprie famiglie, nonché tutti quei cittadini che rientrano in  patologie restrittive o limitative delle proprie capacità. Ogni abuso deve essere punito severamente.

12) Lo Stato deve garantire sistemi pensionistici equi che tutelino  tutti i cittadini, gli stessi, devono percepire  una dignitosa pensione, proporzionata ai contributi versati e i corrispettivi devono essere riconosciuti in misura non eccessivamente sproporzionata.

13) La persona e la proprietà privata devono essere tutelate e garantite, è diritto di ognuno, difendersi  da una aggressione o dalla violazione della propria proprietà.

14) Le donne devono essere tutelate e difese.

15) Ogni cittadino ha libertà di parola e di opinione, ma la stessa, deve essere esercitata pacificamente e democraticamente nel rispetto della libertà e opinione altrui.

16) I processi devono essere svolti in tempi ragionevoli, entro e non oltre un anno dal fatto accaduto, sia esso di natura civile che penale.

17) Il controllo del rispetto delle norme che disciplinano il nostro vivere quotidiano è esercitato dalle forze istituzionali competenti per materia. Ogni cittadino sotto la propria responsabilità, può richiedere l’intervento delle forze istituzionali preposte in caso di evidenti violazione di norme.  Ogni cittadino può intervenire quando la violazione della norma possa produrre un danno fisico alla persona coinvolta.

18) Le forze istituzionali preposte alla lotta contro la criminalità, possono indagare senza autorizzazione ma nel rispetto di nuove norme da definire.

19) Lo Stato è laico è riconosce libertà di culto a tutte le religioni che professano la pace, il perdono e l’amore verso il prossimo.

20) Lo Stato Italiano nella sua laicità difende e tutela tutte le tradizioni del popolo italiano, comprese quelle religiose di appartenenza Cattolica, Cristiana ed Ebraica.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: