aiuti alle imprese / codici di compensazione e sopsensione

Sera del 18 maggio 2012  continuo a sviluppare i seguenti temi: 

I suggerimenti per la soluzione  alle tante richieste dei cittadini

2) nuove norme in aiuti alle piccole, medie e grandi imprese che lavorano sul territorio italiano
3) nuove norme in aiuto al commercio, all’artigianato e alle libere professioni

Premetto che, solo con una sinergia tra persone capaci, di buon senso e competenti nelle materie da affrontare  si possono sviluppare e proporre le tante soluzioni attese dai cittadini.

Non dobbiamo però, celarci dietro i complicati stati dell’arte giuridica delle materie da affrontare, perché, ritengo doveroso che le persone capaci e di buon senso, devono saper individuare i problemi, proporre delle soluzioni semplici, alle quali, in uno stato democratico, le persone competenti devono individuare le più adeguate proposte normative per l’applicazione di talune necessità e richieste.

Molte possibili soluzioni sono complementari ad altre di diversa fattispecie, ma proviamo ad iniziare individuando alcune importanti necessità.

Lo stato e di conseguenza ogni ente pubblico, pretende un giusto rigore nel pagamento dei tributi ad esso dovuti.

Benissimo, lo stato e ogni ente pubblico per pretendere con un principio di equità, deve dimostrare reciprocità di rigore.

Pertanto, dobbiamo modificare i codici di compensazione e introdurre i codici di sospensione.

I nuovi codici di compensazione dovranno disciplinare i rapporti di credito delle persone fisiche e giuridiche, nei confronti dello stato e/o di un ente pubblico. Le norme, dovranno prevedere procedimenti semplici per compensare i crediti con i debiti ad essi dovuti.

I codici di sospensione dovranno invece disciplinare i rapporti di credito e debito tra  i privati, siano essi persona fisica che giuridica. Il creditore di un corrispettivo da parte di un soggetto privato,  dovrà poter sospendere per un periodo determinato, il pagamento dei tributi di competenza per il corrispettivo relativo all’operazione commerciale oggetto dell’insoluto. Alla scadenza del periodo determinato, il codice di sospensione potrà:

– 1) annullarsi a seguito dell’adempimento delle obbligazioni del soggetto privato moroso

– 2)  trasformarsi in un codice di compensazione qualora per motivi temporali i tributi ad essi dovuti  erano stati pagati in tutto o in parte

  Continuo successivamente……………buona notte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: