Suggerimenti per la creazione di nuovi posti di lavoro nello sviluppo delle attività turistiche

Sera del 15 maggio 2012  inizio a sviluppare i seguenti temi: 

I suggerimenti per la soluzione  alle tante richieste dei cittadini

Una nuova politica di sviluppo basata su:

1) nuove norme per la creazione di nuovi posti di lavoro nello sviluppo delle attività turistiche

Tra le grandi priorità per il nostro paese, oltre all’importantissima conservazione dei posti di lavoro già esistenti che vedremo in seguito, occorre provare a sviluppare idee nuove per nuovi posti di lavoro.

La mia introduzione, ha esaltato solo in parte le bellezze del nostro amato paese, dalle quali dobbiamo trarre fonti vitali per la costruzione di nuovi posti di lavoro che mirino ad incrementare il turismo.

Riflettiamo prima su questi dati; L’Italia risulterebbe essere già il 5 (il quinto ) paese più visitato al mondo con circa 42 milioni di turisti all’anno, eppure i nostri cugini Francesi risulterebbero essere il 1( primo ) con 75 milioni di visitatori.  Ora, pensiamo che ci riferiscono che i paesi in via di sviluppo sono quelli del BRIC ( Brasile, Russia, India e Cina ), eppure, sembrerebbe che la percentuale di turisti Cinesi sia del 1,8% circa e quella Russa del 2,1% e pressoché irrisorie le percentuali di turisti Brasiliani e Indiani.

I nostri amici dei paesi del BRIC, sono un numero molto considerevole e per colpa di una politica Europea poco conservatrice del nostro lavoro, stanno mettendo in grave difficoltà la  nostra manodopera.

Consideriamo però gli aspetti positivi di questa prima analisi, perché il nostro paese, senza nulla togliere ai loro è nell’insieme più ricco di risorse turistiche. Inoltre, il numero dei potenziali visitatori dei paesi del BRIC è in via di sviluppo, con numeri molto considerevoli che si aggiungono ai tanti possibili turisti degli altri stati.

Provo ad usare un pò di buon senso e riflettere su cosa si dovrebbe fare per incrementare il lavoro nel turismo.

Ritengo che vi siano delle iniziative da intraprendere complementari tra loro:

1) TUTELA DEL TURISTA  vuol dire; l’introduzioni di norme che tutelino il turista da truffe e malcostumi con sanzioni severissime per i trasgressori.

2) MAGGIORE SICUREZZA ‘ vuol dire; contrastare la microdelinquenza, garantendo il carcere a chi trasgredisce. L’Italia è un paese piccolo e deve diventare il paese più sicuro del mondo. Le nostre forze dell’ordine sono le migliori,  come anche la nostra qualificata magistratura, che è  sicuramente determinata a dare il proprio contributo nel garantire finalmente una maggiore legalità. Solo noi tutti insieme; cittadini, politica, forze dell’ordine e magistratura, possiamo combattere l’omertà, il malcostume e pretendere ed ottenere maggiore sicurezza.

Questi due primi aspetti, sono importanti per dare prima di tutto la tanto acclamata sicurezza prima ai cittadini italiani e di conseguenza allo sviluppo nel paese di  quella necessaria legalità che permetta di essere considerati un esempio di civiltà nel mondo.

3) SBUROCRATIZZAZIONE E SVILUPPO DELLE ATTIVITÀ’ TURISTICHE vuol dire; dobbiamo incentivare lo sviluppo del turismo prediligendo le iniziative personali e delle piccole e medie imprese. Occorre in ogni Regione, creare velocemente una mappatura delle possibili risorse turistiche ( musei, monumenti, siti archeologi, castelli, fabbriche dei grandi marchi e prodotti italiani, feste tradizionali, locali caratteristici, spiagge, ristoranti con piatti tipici ), informatizzarle e pubblicizzarle con adeguati strumenti nel mondo. Ai potenziali turisti, dovranno essere offerte oltre alle tradizionali e conosciute città d’arte, altre importanti mete con  itinerari che uniscano sinergicamente le varie risorse presenti in ogni nostra Regione.

Concretamente come facciamo a dare più posti di lavoro?,  Si dovrà pianificare un “Regolamento per lo sviluppo turistico”, dando dei parametri ai quali attenersi secondo le attività che si intendono sviluppare.  Le stesse, nel rispetto di tali parametri, dovranno prevedere procedimenti autorizzativi molto semplici, mediante comunicazione agli uffici competenti nel comune in cui si esercita l’attività.

 Per incrementare il numero dei posti di lavoro, dobbiamo con un pò di fantasia, rivalutare quello che già abbiamo, costruendo attorno ad esso attrattive turistiche complementari tra loro.

Vi illustro degli esempi che potrebbero essere sviluppati per diversi settori turistici:

Un castello, un sito, un museo; offre lavoro a qualche custode e  guida. Noi, dobbiamo far rivivere il luogo con rappresentazioni storiche, con lavoratori che indossano costumi d’epoca che a loro volta saranno confezionati da sartorie italiane. Nel luogo, dobbiamo vendere gadget che rappresentano la storia raccontata, possibilmente prodotti in italia, creando anche nei locali limitrofi atmosfere caratteristiche.  L’Italia, non si deve trasformare in una carnevalata quotidiana ma, dobbiamo sfruttare professionalmente la nostra storia e far vivere al turista delle visite  interattive, creando, da una parte maggiore interesse e partecipazione, dall’altra più posti di lavoro.

Le nostre tantissime feste sparse su tutto il territorio nazionale devono essere rivalutate e in ogni regione le più caratteristiche dovranno diventare delle  mete conosciute dai turisti.

Dobbiamo rivalutare anche le tante piccole e grandi aziende italiane che producono;   i nostri cibi caratteristici, i  marchi più prestigiosi della nostra moda, dell’oreficeria, delle auto,  trasformandole in mete turistiche le stesse aziende, nelle quali, si illustrerà la qualità del made in italy, incentivando l’acquisto dei nostri prodotti e offrendo così possibilità di rivalutazione a diverse aziende oggi in crisi.

E’ oltremodo importante insegnare bene le lingue straniere nelle scuole educando i ragazzi al rispetto delle cose comuni e del turista, mantenere le strade pulite, come tutte le nostre risorse naturali; mari, coste e i parchi, inserendo nuove norme che sanzionino severamente i trasgressori.

L’Italia deve riuscire ad incrementare il turismo dal 12% del PIL al 24% in tre anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: